La Commissione che proponiamo per le discipline fuoristrada è piuttosto articolata e quindi composta da varie persone.
Per il Motocross e Minicross FRANCESCO MENEGHINI (Moto Club Brogliano) - SANDRO BELTRAME (Moto Club Porto Viro) - CRISTIAN STEVANINI (Moto Club) - FABIO GASTALDELLO (Moto Club Porto Viro)
Per l'Enduro IVANO ZATTA (Moto Club Ardosa) - ENRICO ROSSI (Moto Club Cogollo del Cengio) - ANTONIO SPECIA (Moto Club Team Specia)
Per Trial e Motoalpinismo MARIO GASPARI (Moto Club Padova)

Attività fuoristrada: motocross e minicross.
E’ la pratica sportiva con la partecipazione del maggior numero di piloti che merita una revisione dei regolamenti e delle categorie per consentire a tutti di gareggiare con formule più semplici e intuitive; credo che l’esperienza dei campionati provinciali e delle formule che tengano in considerazione le effettive capacità dei piloti possano essere ancora utili. I nostri giovani vanno avviati alla disciplina seguendo appositi corsi e stages di allenamento con istruttori qualificati specificatamente per il minicross. Diamo maggiore spazio alle moto da cross d’epoca.

Attività fuoristrada: enduro.
La specialità soffre delle maggiori difficoltà dovute essenzialmente a due fattori: rispetto dell’ambiente e comportamenti dell’utenza; dobbiamo impegnarci quindi su due fronti, instaurando un rapporto fiduciario con le amministrazioni locali e creando una mentalità diversa, più rispettosa delle regole e delle disposizioni escludendo quei pochi che con i loro maldestri comportamenti danneggiano tutta la categoria di appassionati (e piloti). Promuoviamo la “vecchia” regolarità che ha sempre più estimatori.

Attività fuoristrada: trial e motoalpinismo. La pratica di queste discipline è legata alle sorti dell’enduro anche se sono evidenti le differenze; dobbiamo insistere con le autorità locali che si tratta di discipline fuoristrada che sono molto rispettose dell’ambiente e della “quiete pubblica” come dimostrato scientificamente dagli studi relativi. Esperienze positive sono state fatte in varie regioni d’Italia e devono essere portate ad esempio, anche con la costituzione di park dedicati in aree circoscritte.